Letterature

Annali di architettura (2014) PDF

Il Palazzo del Senato di Milano, prima sede del Politecnico. La sede del Politecnico di Milano in piazza Cavour. Piazza Leonardo annali di architettura (2014) PDF Vinci e il Politecnico di Milano negli anni trenta del XX secolo. Piazza Leonardo da Vinci e il Politecnico di Milano nel 1950.


Författare: .

Annali di architettura” è una delle più prestigiose riviste internazionale di storia dell’architettura, fondata nel 1959. In questo numero: Cristina Modonutti, Bussola e rilievo architettonico nei disegni di Antonio da Sangallo il Giovane e Baldassarre Peruzzi; Johanna D. Heinrichs, “Lege Palladio 52”: A New Look at the Quattro Libri Plan for Villa Pisani at Montagnana; Christof Thoenes, Bramante a Roma: l’arte di progettare. La mostra del 2014-2015 al Palladio Museum di Vicenza; Gianpaolo Angelini, La chiesa di San Salvatore in Lauro (1591-1598) e la fortuna della colonna libera a Roma; Dmitry Shvidkovsky – Yulia Revzina, The Palladian movement in Russia under Catherine the Great and Alexander I; Luisa Giordano, Dai Bramanti a Bramante. Traccia per il percorso della storiografia lombarda nella prima meta dell’Ottocento; Dario Donetti, Bramante agli Uffizi. I disegni per San Pietro e la storiografia architettonica; Francesco Paolo Fiore, Il Bramante architetto di Arnaldo Bruschi; Eleonora Pistis, Nicholas Hawksmoor: Creating the Image of a New Oxford.

Nello stesso anno viene anche attivato per la prima volta il corso di architettura presso il Politecnico. La sede venne trasferita, nel 1866, al palazzo della Canonica in piazza Cavour. Nel 1915 fu posata la prima pietra del nuovo complesso, che verrà attivato ufficialmente nel 1927: il nuovo polo di piazza Leonardo Da Vinci in Città Studi divenne sede dell’ateneo, all’epoca Regio Politecnico di Milano. Pochi anni dopo, nel 1933, il Politecnico si suddivide in due distinte facoltà: ingegneria e architettura. Nel 1953 inaugura inoltre il primo centro di calcolo dell’Europa continentale, grazie all’impulso di Gino Cassinis ed Ercole Bottani. Nel 1989 vengono inaugurate le nuove sedi nel quartiere milanese di Bovisa e nelle città di Como e Lecco.

Nel 2000 nasce la Facoltà del Design – oggi Scuola del Design, già corso di Laurea dal 1993 dentro Architettura, diventando un corso di studi indipendente e una delle scuole del design più grandi del mondo. Nel 2002 viene creata la Fondazione Politecnico. Tra i principali obiettivi vi è il coinvolgimento delle imprese e le strutture pubbliche nell’università. Nel 2004 viene fondata, in collaborazione con il Politecnico di Torino, l’Alta Scuola Politecnica.

Dal 2017, il rettore del Politecnico di Milano il professore Ferruccio Resta, professore Ordinario di Meccanica applicata alle Macchine. Aula della sede centrale del Politecnico di Milano in piazza Leonardo. Complessivamente il Politecnico può contare su cinque sedi distaccate nel territorio della Lombardia e una in Emilia-Romagna. La sede centrale si trova a Milano in piazza Leonardo da Vinci, quartiere Città Studi, dove si trova il campus Leonardo. La seconda sede per dimensione è sempre a Milano presso il campus Bovisa, nell’omonimo quartiere.

A dicembre 2016 risultavano in ruolo 1. 203 unità di personale tecnico-amministrativo a tempo indeterminato. Nel 2001 successivamente all’entrata in vigore della Riforma Gelmini, il Politecnico di Milano ha modificato l’organizzazione delle proprie facoltà. Sede del Rettorato in Piazza Leonardo da Vinci.