Cucina

Aria d’Africa PDF

Il Sudafrica è inoltre l’unico stato al mondo con tre capitali: Pretoria, sede del Governo, Città del Capo, dove si trova il Parlamento, e Bloemfontein, sede del potere giudiziario. Lo stesso argomento in dettaglio: Storia del Sudafrica e Cronologia storica del Sudafrica. Africa meridionale gruppi bantu, soprattutto zulu e xhosa. Nel 1487, l’esploratore portoghese Bartolomeo Diaz aria d’Africa PDF il Capo di Buona Speranza, aprendo la via marittima alle Indie.


Författare: George Steinmetz.

Centinaia, forse migliaia di metri sopra la terra, imbracato in un pa-rapendio speciale, poco più di un paracadute provvisto di un piccolo motore, George Steinmetz, fotografo di National Geographic ha passato più di venti anni fotografando molti tra i più spettacolari e inaccessibili luoghi del mondo. In “Aria d’Africa” ha raccolto panorami mozzafiato, catturati con la sua macchina fotografica, in oltre 14 diverse regioni dell’Africa per offrire al lettore una serie di strabilianti visioni di aree che raramente, se non addirittura mai, sono state fotografate prima.

Quando i boeri giunsero nei pressi dell’odierna Port Elizabeth, però, essi entrarono in attrito con gli xhosa, che si stavano espandendo in direzione opposta. Lo stesso argomento in dettaglio: guerre boere. In seguito all’avanzata di Napoleone Bonaparte in Europa e la successiva caduta dei Paesi Bassi, i britannici occuparono la Colonia del Capo alla fine del XVIII secolo. Nella prima metà del XIX secolo i boeri, oppressi dal dominio britannico, diedero via a una grande migrazione verso nord alla ricerca di nuove terre, passata alla storia col nome di Grande Trek. L’esistenza delle repubbliche era d’ostacolo all’espansione dell’Impero britannico, e la scoperta di diamanti e oro nel nordest del Sudafrica contribuì ad alimentare l’interesse degli inglesi per la completa annessione del paese. L’Unione Sudafricana prese parte alla Prima guerra mondiale a fianco del Regno Unito.

In occasione della Seconda guerra mondiale, i contrasti mai sopiti fra britannici e boeri tornarono a emergere. Dopo la fine della guerra, il Partito Nazionale vinse le elezioni, e iniziò ad attuare nel paese la politica segregazionista nota come apartheid. Nell’ottica dell’isolamento delle etnie vennero formati i bantustan, territori riservati alle popolazioni nere delle diverse etnie. Sudafrica venne riservato alla popolazione bantu.

L’applicazione di una politica sempre più apertamente razzista, causò gravi contrasti interni e alienò al paese il sostegno della comunità internazionale. Re dello Swaziland Sobhuza II aveva già collaborato in passato nella caccia ai ribelli più violenti dell’ala oltranzista dell’ANC. Il 27 aprile 1994 si tennero le prime elezioni democratiche con suffragio esteso a tutte le etnie, in cui venne eletto presidente il capo dell’ANC Nelson Mandela, cui successe poi Thabo Mbeki nel 1999. Nelle periferie urbane i poveri non sono ancora cittadini a tutti gli effetti. Lo stesso argomento in dettaglio: Geografia del Sudafrica. La Repubblica del Sudafrica si trova all’estremità meridionale dell’Africa, e comprende un tratto di costa sia a est, sull’oceano Indiano, che a ovest su quello Atlantico.