Religioni

Codice penale e leggi complementari PDF

Questa voce o sezione sugli argomenti diritto e religione non cita le fonti codice penale e leggi complementari PDF o quelle presenti sono insufficienti. In alcuni paesi la bestemmia non è un crimine.


Författare: Luigi Tramontano.

Questa nuova edizione, – aggiornata con le norme sul caporalato (L. 29 ottobre 2016, n. 199); sulla confisca dei proventi da reato (D.L. vo 29 ottobre 2016, n. 202); con le nuove norme sull’ingresso dei lavoratori extracomunitari (D.L.vo 29 ottobre 2016, n. 203) – costituisce uno strumento di preparazione e di consultazione, per tutti gli operatori del diritto, i quali potranno così disporre di un valido supporto per la facile comprensione degli argomenti contenuti nel Codice penale. Gli articoli del Codice sono infatti corredati da un agile quanto completo commento per articolo, che guida il lettore a capirne il contenuto e la ratio. Il commento ad alcuni articoli è accompagnato da un Glossario essenziale, che contiene la definizione schematica dei più importanti termini giuridici. Completano l’Opera le principali Leggi complementari, gli Schemi ed un dettagliato Indice analitico alfabetico, che facilita il reperimento degli argomenti contenuti nel Codice penale. L’Opera comprende il testo della riforma della Costituzione approvata dal Parlamento il 12 aprile 2016 e sottoposta a referendum il 4 dicembre 2016. Si segnala che il volume è aggiornato alla Gazzetta Ufficiale 9 novembre 2016, n. 262.

Per esempio, negli Stati Uniti d’America essere perseguiti per questo crimine violerebbe la Costituzione secondo quanto stabilito dalla giurisprudenza nel caso Joseph Burstyn, Inc contro Wilson. In luogo del reato di blasfemia, o in aggiunta a esso, alcuni paesi vietano l’incitazione all’odio su base religiosa, il vilipendio della religione o gli “insulti religiosi”. Il Parlamento europeo promulgò il 29 giugno 2007 la Raccomandazione 1805 su bestemmie, insulti religiosi e frasi contro persone sul campo della propria religione. In luogo o in aggiunta ai reati per blasfemia o bestemmie in alcuni paesi europei è presente il crimine di “insulti religiosi”. Il 23 ottobre 2008, la Commissione di Venezia del Comitato costituzionale del Consiglio d’Europa ha prodotto un documento riguardante la situazione in Europa per quanto riguarda gli insulti religiosi e l’incitamento all’odio religioso.

Francese nel XIII secolo, basata sulla definizione data da S. Questo giustificava la punizione da parte della legge, che divenne ferale durante il regno di Luigi IX, che divenne ossessionato dalla lotta contro gli eretici, Ebrei e Musulmani. 10 e 11 della Déclaration des Droits de l’Homme et du Citoyen del 1789 eliminò la nozione di blasfemia dalla legge francese, ma continuò a proibire l’uso di linguaggio abusivo o disturbo della pace. Fu definitivamente rimossa con l’Atto del 29 luglio 1881 che istituì la libertà di stampa.