Umorismo

Cucina senza grassi. A tavola con gusto PDF

Questa voce o sezione sull’argomento cucina tedesca non cita le fonti necessarie o quelle presenti sono insufficienti. Puoi migliorare questa voce cucina senza grassi. A tavola con gusto PDF citazioni da fonti attendibili secondo le linee guida sull’uso delle fonti.


Författare: Cinzia Trenchi.

Si ritiene che una dieta ricca di fibre, frutta, verdura e cibi integrali,’,’e con minori quantità di cibi industriali, spuntini e piatti’,’pronti, possa essere un valido alleato in grado di ridurre l’apporto’,’calorico e, nel tempo, l’eccesso di peso e di complicanze’,’legate a tutte quelle patologie conseguenti a una massa’,’grassa eccessiva, come quelle cardiovascolari, quelle degenerative’,’e quelle tumorali. Scopo di questo libro è suggerire come’,’adottare un approccio consapevole al cibo e preparare pasti’,’pensati per un corpo sano sulla base di semplici e gustose’,’ricette, migliorando così la salute, aumentando l’energia vitale’,’e trasformando il cibo in un alleato per il raggiungimento’,’del benessere.

Dal pesce e dai crostacei del Mare del nord e del Mar Baltico alla salsiccia bianca della Baviera, passando per la zuppa di cozze della Renania e le varie specialità d’arrosto, la Germania offre anche diversi tipi di pasta e di ravioli. La grande autonomia di ogni regione tedesca ha permesso lo sviluppo di pratiche culinarie locali, arricchendosi a volte degli apporti dai paesi vicini. Così in Germania esiste un gran numero di piatti regionali che sono diventati emblematici del paese intero. In effetti la Germania è rimasta per molto tempo un insieme di paesi e di principati relativamente indipendenti l’uno dagli altri, in cui si sono sviluppate abitudini alimentari specifiche. Gli Spaetzle, gnocchetti della regione Svevia, in questo caso agli spinaci. Sono diffusi in tutto il sud della Germania ed in Austria. Desjeux nel suo studio sui Comportamenti alimentari in Europa divide l’Europa in aree d’influenza e posiziona la Germania nei paesi del Nord.

Vicino a questa cucina familiare esiste una cucina di corte, più sofisticata. I cuochi francesi sono frequentemente chiamati nelle corti dei principi. Nel XIX secolo si assiste in Europa ad un tentativo di normalizzazione della cucina, con la scrittura di un libro di ricette. La borghesia ha colto la cucina della corte. Alla fine del XX secolo la Germania subì, come gli altri paesi, un’uniformazione della cucina con l’introduzione di piatti surgelati e di cucina standardizzata.

Alla cucina del cavolo, troppo lunga, si preferì la cucina del cavolfiore e del pomodoro e il consumo delle patate cominciò a diminuire. Una reazione contro la normalizzazione del cibo sembra comparire con movimenti come lo Slow Food per la preservazione dei piatti regionali. Secondo Gilles Fumey, i tedeschi sono attaccatissimi al loro patrimonio culinario e si riuniscono per numerosi concorsi di cucina. Per capire la cucina tedesca è importante conoscere le abitudini alimentari in Germania.

Fino alla fine del XX secolo la giornata tedesca era scandita da tre pasti e qualche spuntino. Si consuma del pane di numerose varietà, molto spesso pane di segale. La bevanda tradizionale della colazione è il caffè, ma si trova nel Nord una preferenza per il tè. I cereali sotto forma di muesli si stanno aggiungendo al primo pasto della giornata.

Il pasto del mezzogiorno era tradizionalmente il più importante della giornata. Consumato in famiglia, era generalmente composto da una zuppa, da un piatto di carne e verdure e una crema come dessert. Tuttavia l’allontanamento della famiglia per questo pasto tende a far sparire quest’abitudine. Gli studenti che restano a scuola fino alle 14 devono sostenersi con un panino preparato il mattino. Il pasto serale si consuma molto presto la sera, verso le 18, e si limita spesso a un piatto di salumi e di formaggi. Tuttavia le abitudini alimentari tedesche tendono ad europeizzarsi. La sparizione del pasto conviviale di mezzogiorno porta le famiglie a ritrovarsi la sera davanti ad una tavola più ricca.

A questi tre pasti si aggiungono degli spuntini presi durante la giornata. Il più importante è la merenda, dove si può degustare una grande varietà di pasticcini venduti nelle panetterie-pasticcerie o degustati nelle sale da tè. La tavola della merenda della domenica era, a questo titolo, tradizionale. I tedeschi si ritrovano spesso attorno ad una birra e caramelle salate da sgranocchiare.