Arte e spettacolo

Di penna e di piume PDF

Il piumaggio è la caratteristica principale che distingue gli uccelli da tutti gli altri esseri viventi. Esso è costituito dall’insieme delle piume di penna e di piume PDF delle penne.


Författare: Carla Collesei.

Il nucleo di ispirazione di questi racconti parte dai ricordi d’infanzia dell’illustratore Mariano Caminoli, con la sua galleria di aneddoti e di personaggi, ambientati in città ma soprattutto nei dintorni boschivi e montani del paese di Borgo Valsugana, meta agognata delle sue giovanili avventure e scorribande estive. Ricordi liberamente interpretati, ampliati ed arricchiti dalla memoria personale dell’autrice che, per aver vissuto infanzia e adolescenza tra i prati e i boschi dell’altopiano di Asiago, con lui condivide l’amore per la natura incontaminata della montagna con la sua ricca varietà di flora e fauna, la nostalgia per un mondo che forse non esiste più, il desiderio di comunicare e partecipare, a chi legge e osserva i disegni, il piacere e la curiosità per l’esplorazione di un ambiente sempre suggestivo e ancora unico e irrepetibile. Età di lettura: da 12 anni.

Piume e penne sono formazioni cornee dalla pelle che ricoprono l’epidermide degli uccelli, ma sono differenti dal punto di vista morfologico, anatomico e funzionale. Cladogramma con la distribuzione di piumaggio nei dinosauri secondo i reperti fossili. La struttura portante è composta dal calamo, la parte che si attacca al corpo, inserendosi in un follicolo della pelle, e dal rachide, la continuazione del calamo. Al rachide è attaccata la superficie piana del vessillo, formata da tante laminette o barbe, da cui si dipartono le barbule munite nei margini di minutissimi uncini o cigli. La penna matura degli uccelli è una parte morta, che è possibile considerare come il pelo dei mammiferi. Le penne vessillate coprono l’esterno del corpo, sotto le quali troviamo le piume, che forniscono agli uccelli isolamento termico e impermeabilità, proteggendoli dall’acqua e dalle variazioni di temperatura, anche in condizioni estreme. Le penne delle ali e della coda forniscono il sostegno aerodinamico necessario al volo, nonché il controllo e la regolazione del volo stesso.

Alcune specie hanno delle vere e proprie creste di penne sulla testa, o appendici ornamentali costituite da piume. Ingrandimento del piumaggio di un pappagallo dalla testa gialla appena nato. Vi sono due tipi fondamentali di piume: piume mobili che coprono la parte esterna del corpo e piume interne che si trovano sotto le prime a contatto con l’epidermide. Piume e penne vengono ricambiate periodicamente allorché una nuova piuma o penna si forma in un follicolo, per cui la vecchia viene espulsa.

Il ricambio del piumaggio di un uccello viene attuato in maniera da non lasciare nuda nessuna parte del corpo e in modo tale da non compromettere il volo. Le penne della coda vengono cambiate a coppie simmetriche, appunto per questo motivo. Dal punto di vista morfologico-anatomico, le piume si differenziano dalle penne per un rachide e vessillo quasi inesistente, con barbule predominanti. Il piumino è un tipo particolare di piuma, privo di uncini. Dal punto di vista funzionale, le piume si trovano sotto le più rigide penne del rivestimento esterno e servono a limitare la dispersione di calore e l’assorbimento di umidità. Le piume sono state impiegate dall’uomo per innumerevoli usi sia utilitaristici, che estetici, culturali e religiosi.

Vengono anche usate per imbottire indumenti per la stagione fredda come giacche e giubbotti. Anche le penne sono state sfruttate per numerosi usi da parte dell’uomo. In passato le penna d’oca venivano usate come strumenti di scrittura, tanto che oggi, nonostante siano disponibili strumenti costruiti appositamente, il termine ha conservato il doppio significato. Nella costruzione di frecce, le penne mantengono la funzione che hanno nell’anatomia degli uccelli, in quanto vengono usate per regolarne la traiettoria in volo. Disegno di un boa di piume.