Informatica

Il moderno nel medioevo PDF

Questa voce o sezione sugli argomenti storici britannici e santi britannici non cita le fonti necessarie o quelle presenti sono insufficienti. Scrisse su molti il moderno nel medioevo PDF argomenti, dalla musica alla poesia, ai commentari biblici. Entrato nel monastero di Wearmouth all’età di 7 anni, divenne diacono a 19 e sacerdote a 30 anni.


Författare: A. De Vincentiis (cur.).

Non è chiaro se fosse di famiglia nobile. Quasi tutto ciò che conosciamo della vita di Beda è quanto è raccontato da lui stesso nella sua Historia. Le sue parole, scritte nel 731, quando la morte era ormai vicina, gettano luce sulla composizione del lavoro attraverso il quale è più ricordato nel mondo. Haec de historia ecclesiastica Brittaniarum, et maxime gentis Anglorum, prout uel ex litteris antiquorum, uel ex traditione maiorum, uel ex mea ipse cognitione scire potui, Domino adiuuante digessi Baeda famulus Christi, et presbyter monasterii beatorum apostolorum Petri et Pauli, quod est ad Uiuraemuda, et Ingyruum.

E io Ti prego, buon Gesù, che come Tu mi hai graziosamente dato di bere con piacere della tua conoscenza, così voglia Tu benignamente concedermi di attingere un giorno a Te, la fontana di tutta la saggezza, e di comparire per sempre davanti al Tuo Volto. Il titolo Venerabilis sembra essere stato associato al nome di Beda già due generazioni dopo la sua morte. La sua importanza per la religione cattolica fu riconosciuta in pieno solo nel 1899, quando fu dichiarato Dottore della Chiesa, con il nome di San Beda il Venerabile. Sull’epiteto di “venerabile” viene riportata una leggenda agiografica secondo cui un “monaco somaro”, volendo comporre l’epitaffio su Beda, non sarebbe stato in grado di portare a termine il compito, lasciando incisa una frase mutila: Hac sunt in fossa Bedae ossa. La questione era già stata dibattuta prima del tempo di Benedetto XIV, ma fu solo il 13 novembre 1899 che Leone XIII decretò che la festa di San Beda il Venerabile con il titolo di Doctor Ecclesiae fosse celebrata da tutta la Chiesa cattolica il 25 maggio. Un culto locale di san Beda si era mantenuto a York e nel nord dell’Inghilterra durante il Medioevo, ma la sua festa non era osservata in genere al sud dello stesso paese, dove era seguito il rito di Sarum. Conosceva anche il greco e un po’ di ebraico.

Il suo latino è semplice e privo di affettazione, ma fluido nella narrazione. Beda utilizzava il metodo di interpretazione allegorica ed aveva un atteggiamento “moderno” di fronte all’interpretazione dei miracoli. Gli scritti di Beda sono classificati in scientifici, storici e teologici. Beda fece anche un calcolo approssimato dell’età della Terra e iniziò a dividere gli anni nei due evi: prima di Cristo e dopo Cristo.

Scrisse che la Terra è rotonda “come una palla da gioco”. Lo stesso argomento in dettaglio: Historia ecclesiastica gentis Anglorum. La sua edizione della Bibbia fu molto importante e fu utilizzata dalla Chiesa fino al 1966. Quest’opera non è la copia di una precedente versione ma è il risultato di molte ricerche per ciascuno dei libri della Bibbia. Suoi altri lavori importanti sono le vite degli abati di Wermouth e Jarrow e le vite in versi e in prosa di Cutberto di Lindisfarne. Il suo ultimo lavoro, completato sul letto di morte, fu la traduzione in lingua anglosassone del Vangelo secondo Giovanni. URL consultato il 14 dicembre 2011.