Letterature lingua straniera

La guerra russo-giapponese 1904-1905 PDF

L’ammiraglio Tōgō sul ponte del Mikasa all’inizio della Battaglia di Tsushima nel 1905. La bandiera da segnalazioni innalzata è la lettera “Z”, un’istruzione speciale la guerra russo-giapponese 1904-1905 PDF la flotta.


Författare: Alberto Caminiti.

All’inizio del secolo scorso (1904-05) il mondo fu scosso da un evento bellico che lasciò senza fiato politici e militari: il Giappone aveva risolto a proprio favore il conflitto con l’impero russo, distruggendo completamente la flotta zarista a Tsushima e annientando le armate russe nelle grandi battaglie campali di Port Arthur, Mukden e di Manciuria. Era quindi comparsa una nuova potenza nel settore asiatico che lanciava una sfida al mondo occidentale: l’assetto geopolitico nel Pacifico non sarebbe stato mai più quello di prima.

La Flotta Giapponese Combinata e la Flotta Russa del Baltico, inviata dall’Europa, combatterono nella parte orientale dello stretto di Corea, vicino l’isola di Tsushima. I russi avrebbero potuto navigare attraverso uno di tre possibili stretti per raggiungere Vladivostok: quello di La Perouse, quello di Tsugaru o quelli di Tsushima. Corea, gli stretti di Tsushima e le isole Tsushima. La corazzata Mikasa, ammiraglia dell’ammiraglio Togo alla battaglia di Tsushima. A causa del lungo viaggio della flotta russa in acque tropicali e l’impossibilità di effettuare lavori di manutenzione, le carene delle sue navi erano pesantemente intralciate dalle incrostazioni marine, che riducevano la loro velocità rispetto a quelle giapponesi.

In battaglia la velocità, combinata con l’artiglieria a lunga gittata, può offrire un vantaggio significativo. L’ammiraglio Rožestvenskij fu messo fuori combattimento da un frammento di proiettile nel cranio e, nonostante la sua volontà contraria, dovette essere trasbordato dall’ammiraglia Knyaz Suvorov ormai irrimediabilmente danneggiata – ad una torpediniera. Nella notte seguente le torpediniere ed i cacciatorpediniere giapponesi attaccarono la flotta russa, che si era dispersa in piccoli gruppi tentando di fuggire verso nord. Quattro altre corazzate sotto l’ammiraglio di divisione Nebagatov furono costrette ad arrendersi il giorno successivo.

La battaglia di Tsushima segnò la definitiva sconfitta dell’Impero Russo che, con la mediazione del Presidente USA Theodore Roosevelt, sottoscrisse di lì a poco la pace di Portsmouth. La Russia abbandonò la Corea alla sfera d’influenza giapponese, e rivolse le proprie bramosie sui Balcani. Di lì a breve l’ammiragliato britannico mise in linea un nuovo genere di corazzata monocalibro, che dalla prima unità, prese il nome di Dreadnought. L’incidente, noto con il nome di “incidente di Hull”, ebbe conseguenze gravissime sulla missione della flotta russa.

L’Inghilterra si levò contro la Russia, e molti invocarono la dichiarazione di guerra. Fu qui che Rožestvenskij apprese della caduta di Port Arthur in mano dei giapponesi, il che in un certo senso rendeva superato lo scopo della missione. Russia in the Battle of Tsushima. Clear for Action: The Photographic Story of Modern Naval Combat, 1898-1964. New York, Duell, Sloan and Pierce, 1964.