Umorismo

La signora Gocà PDF

Nata a Firenze da una famiglia dell’antica aristocrazia napoletana, in gioventù vive in diversi paesi d’Europa al seguito del padre diplomatico, Filippo Caracciolo di Castagneto. Il 19 novembre 1953 Marella Caracciolo sposa Gianni Agnelli nel castello di Osthoffen, a Strasburgo, la signora Gocà PDF Francia, dove il padre era il rappresentante diplomatico italiano presso il Consiglio d’Europa. Giacomo, Pietro e Marella dal matrimonio di Ginevra con Giovanni Gaetani dell’Aquila d’Aragona.


Författare: Marella Agnelli.

Erano gli anni Ottanta – e le chiedevo se aveva messo ‘pen on paper’, come amava dire Marella. A volte sì, più spesso no, rispondeva. C’erano sempre troppe cose che succedevano e si succedevano. Eppure le pagine lentamente si depositavano. Ma non sarebbero mai state rievocazioni arrotondate, piallate, aggiustate da quella somma falsaria che è la memoria. Erano schegge di infanzia e adolescenza, giustapposte, imperiose. Fra vaste lacune, si disponevano in una sequenza di tracce vivide: impressioni, espressioni, vestiti, colori, frasi, materie, piante, odori, accenni di sentimenti, che si profilavano e si nascondevano. Nomi di luoghi che schiudevano immagini accessibili soltanto a chi ne stava scrivendo. Innanzitutto una villa, ‘I Cancelli’, sulle colline di Firenze, dove era apparsa “la Signora Gocà”, in un gioco di bambini. E poi Ratzötz, Balta-Liman, il Roncaccio. Alla fine, Roma. La psicologia: sempre implicita, mai dichiarata, come se stesse a poco a poco uscendo dal bozzolo dell”opaca adolescenza’. E, più ancora della narratrice, illuminava di sguincio la madre Margaret, i fratelli Carlo e Nicola, il padre Filippo, la nonna Meralda, le prime amiche, che avevano lasciato un segno indelebile. E un mondo intero, fascinoso e angoscioso, che si sarebbe dissolto per sempre con la fine della guerra e il boogie-woogie.” (R. C.)

In gioventù, dopo aver seguito gli studi superiori e conseguito il diploma in Svizzera, ha frequentato l’Académie des beaux-arts e quindi l’Académie Julian di Parigi. Nel 1973 intraprende la carriera di designer di alta moda, che continua tuttora, specializzandosi in particolare nella realizzazione di disegni per stoffe d’arredamento. Il successo nella carriera le ha meritato negli Stati Uniti il prestigioso premio Product Design Award of the Resources Council Inc. La sua eleganza nel vestire, invece, l’ha portata a comparire nella Hall Of Fame delle rivista Vanity Fair, insieme con il marito Gianni Agnelli e al nipote Lapo Elkann.

Andy Warhol, che la inserì insieme con il marito in una delle sue famose serie di serigrafie colorate. Ha avuto modo di frequentare numerosi personaggi del mondo dell’arte e della letteratura. Marella Agnelli, Giardino segreto, Milano, Rizzoli, 1998, 224 pp. Marella Agnelli, Marella Caracciolo, Giuppi Pietromarchi, Ninfa ieri e oggi, Torino-London-New York-Venezia, Allemandi, 1998 – ISBN 88-422-0718-7. Marella Agnelli, Il giardino di ninfa, Torino-London-New York-Venezia, Allemandi, 2000, 164 pp.

Marella Agnelli, Ho coltivato il mio giardino, Milano, Adelphi 2014, 304 pp. Su proposta del Presidente della Repubblica. Biografia in inglese dal sito style. Questa pagina è stata modificata per l’ultima volta il 29 set 2018 alle 08:05.

Vedi le condizioni d’uso per i dettagli. Antichi libri rilegati ed usurati nella biblioteca del Merton College a Oxford. Un libro è costituito da un insieme di fogli, stampati oppure manoscritti, delle stesse dimensioni, rilegati insieme in un certo ordine e racchiusi da una copertina. Il libro è il veicolo più diffuso del sapere.