Migliora te stesso

Le istituzioni. Basi per una rinascita di civiltà PDF

Clash of Civilizations world map final. La mia ipotesi è che la fonte di conflitto fondamentale nel nuovo mondo in cui viviamo le istituzioni. Basi per una rinascita di civiltà PDF sarà sostanzialmente né ideologica né economica.


Författare: Flavio Magno Aurelio Cassiodoro.

Flavio Magno Aurelio Cassiodoro, vissuto nel lontano VI sec. dopo Cristo, è una delle figure più poliedriche della storia, uomo di azione e di pensiero. Al suo tempo Cassiodoro fu, dapprima, politico e ministro del primo Regno d´Italia fondato da Teodorico, conosciuto col nome di Grande. Dopo la dissoluzione del Regno, trascorse il resto della sua vita al “Vivario”, monastero da lui fondato nei pressi di Squillace, in Calabria, impegnando per la prima volta i monaci nel compito di salvare la grande eredità della cultura classica greco-romana e cristiana con la trascrizione dei codici; per lui, infatti, cultura classica greco-romana e cristianesimo sono i due fattori insostituibili per raggiungere il traguardo di una vera umanizzazione e civilizzazione. Con Le Istituzioni elaborò la prima ” Ratio studiorum “, rimasta a fondamento delle Università del Medio Evo. Illustrazioni a colori fuori testo.

Le grandi divisioni dell’umanità e la fonte di conflitto principale saranno legate alla cultura. Gli Stati nazionali rimarranno gli attori principali nel contesto mondiale, ma i conflitti più importanti avranno luogo tra nazioni e gruppi di diverse civiltà. Huntington ha preso le mosse da una ricognizione delle diverse teorie della politica globale del periodo post-Guerra fredda. Islamica, Indù, Cinese, Giapponese, Buddista, Africana. Cina, dell’India e del Sud-Est asiatico. Modernizzazione – scrive Huntington – significa industrializzazione, urbanizzazione, maggiori livelli di alfabetizzazione, istruzione, ricchezza e mobilità sociale, nonché strutture occupazionali più complesse e diversificate. Intendendo con tale espressione la formazione vigorosa e costante di associazioni di tipo diverso da quelle della famiglia e del clan.

Tale tessuto diversificato di associazioni ha spesso funto da limitazione del potere assoluto dei governanti. Si tratta in sostanza della distinzione di una articolata società civile rispetto allo stato. Date queste premesse, Huntington esamina la reazione delle diverse civiltà non occidentali all’impatto dell’Occidente. Huntington chiama il modello kemalista: perseguimento sia dell’occidentalizzazione, sia della modernizzazione, nella persuasione che la prima sia il necessario presupposto della seconda. Si tratta del tipo del quale Huntington evidenzia con maggiore insistenza il tramonto.

Huntington è il caso prevalente e quello che secondo lui verrà a manifestarsi sempre più nel futuro prevedibile. Sergio Minucci, Garzanti, Milano, 2000, ISBN 88-11-67499-9. Bernard Lewis: The Roots of Muslim Rage Archiviato il 24 ottobre 2009 in Internet Archive. Il nome dato a questo modello deriva ovviamente dal programma di modernizzazione occidentalizzante attuato in Turchia da Mustafa Kemal. Huntington non si limita ad un’analisi della situazione della Turchia, ma applica il “tipo ideale” del kemalismo anche a casi apparentemente così lontani come la Russia, il Messico ecc. Guy Ankerl, Coexisting Contemporary Civilizations: Arabo-Muslim, Bharati, Chinese, and Western, INUPRESS, Ginevra, 2000.

Tony Blankley, The West’s Last Chance: Will We Win the Clash of Civilizations? Lee Harris, Civilization and Its Enemies: The Next Stage of History, The Free Press, New York, 2004. Culture Matters: How Values Shape Human Progress, Basic Books, New York, 2001. The Debate, Foreign Affairs, New York, 1996. Gilles Kepel, Bad Moon Rising: a chronicle of the Middle East today, Saqi, Londra, 2003.

Hans Köchler, The “Clash of Civilizations”: Perception and Reality in the Context of Globalization and International Power Politics, Tbilisi, 2004. Senza radici: Europa, Relativismo, Cristianesimo, Islam, Mondadori, Milano, 2004. Ralph Peters, Fighting for the Future: Will America Triumph? Jonathan Sacks, The Dignity of Difference: How to Avoid the Clash of Civilizations, Continuum, Londra, 2002. Monica Duffy Toft, The Geography of Ethnic Violence: Identity, Interests, and the Indivisibility of Territory, Princeton University Press, Princeton, 2003.