Dizionari e opere di consultazione

Le tramvie del Varesotto PDF

La stazione di Varese Nord è uno dei tre scali ferroviari della città italiana di Varese. Il binario divenne passante poco più di un anno dopo, nel 1886, le tramvie del Varesotto PDF la linea fu ulteriormente prolungata verso Laveno Mombello. Fino al 1965 la stazione era direttamente collegata con il vicino scalo delle Ferrovie dello Stato: i primi due binari di quest’ultima infatti si riunivano in un’unica rotaia, che mediante una rampa curvilinea si abbassava fino al livello della stazione FNM e si innestava sul sedime dell’altra linea.


Författare: Maurizio Miozzi.

Il volume illustra con una ricca documentazione fotografica d’epoca le origini, la storia e i percorsi della grande rete tramviaria che collegava Varese con le sue Castellanze e con le più importanti località turistiche della provincia: da Luino a Ponte Tresa, da Angera a Viggiù, da Cassano Magnago a Lonate Pozzolo. Un sistema concentrico e funzionale che venne integralmente smantellato nel secondo dopo guerra e del quale rimangono nostalgia e rimpianto.

Il 31 luglio 1966 fu soppresso completamente la Grandate-Malnate terminando così le corse dirette tra Como e Varese, d’allora la stazione servì solo per la Saronno-Laveno. Altri tre binari di deposito sono situati alle spalle del vecchio scalo merci. La stazione è presenziata da Dirigente Movimento e sede del DCO che regola la linea Saronno-Laveno. Il piazzale antistante la stazione è servito dalle autolinee urbane e suburbane e ospita un capolinea di quelle interurbane FNMA. Giovanni Cornolò, Ferrovie Nord Milano in tre secoli, Milano, CRA-FNM, 2006, p. Maurizio Miozzi, Le tramvie del varesotto, Pietro Macchione, Varese, 2014. Questa pagina è stata modificata per l’ultima volta il 26 ott 2018 alle 15:20.

Vedi le condizioni d’uso per i dettagli. La stazione di Varese Nord è uno dei tre scali ferroviari della città italiana di Varese. Il binario divenne passante poco più di un anno dopo, nel 1886, allorché la linea fu ulteriormente prolungata verso Laveno Mombello. Fino al 1965 la stazione era direttamente collegata con il vicino scalo delle Ferrovie dello Stato: i primi due binari di quest’ultima infatti si riunivano in un’unica rotaia, che mediante una rampa curvilinea si abbassava fino al livello della stazione FNM e si innestava sul sedime dell’altra linea. Il 31 luglio 1966 fu soppresso completamente la Grandate-Malnate terminando così le corse dirette tra Como e Varese, d’allora la stazione servì solo per la Saronno-Laveno. Altri tre binari di deposito sono situati alle spalle del vecchio scalo merci.