Umorismo

Letteratura inglese e americana. Ottocento e Novecento PDF

Nei primi tempi si hanno solo vaste colonie divise da ampi territori selvaggi. I due stati più importanti, letteratura inglese e americana. Ottocento e Novecento PDF dal punto di vista culturale, sono Virginia e Massachusetts.


Författare: Salvari Laura.

Il volume fornisce le informazioni storico-sociali essenziali e presenta i principali autori e movimenti letterari; inoltre, seguendo le scelte delle principali antologie scolastiche, offre il riassunto e l’analisi delle opere più significative, in modo da permettere agli studenti di padroneggiare i contenuti di tutte le opere che più frequentemente vengono richieste in sede d’esame. Oltre a essere dedicato a tutti gli studenti che vogliono fare un ripasso, il libro è l’ideale per tutti coloro che vogliono scoprire questo immenso patrimonio letterario.

Poco dopo si aggiungerà la Pennsylvania. Un genere molto diffuso è quello del journal, un diario che raccoglie pensieri e riflessioni personali, che deriva dall’abitudine all’introspezione dei puritani. Fra gli uomini pubblici, molti si propongono di scrivere coi loro journal qualcosa di più di un diario: una storia dei loro tempi. Rappresentano la corrente liberale nell’ambiente puritano di Boston Thomas Hooker e Roger Williams, considerati ministri dissidenti. Il primo entra in contrasto col governo teocratico e deve lasciare il Massachusetts coi suoi fedeli nel 1636 per andare a fondare il Connecticut. John Eliot è diffusore e sostenitore della religione puritana di indirizzo teocratico tra i coloni ma anche tra gli indiani.

Viene infatti chiamato l’apostolo degli indiani, per loro traduce e adatta varie opere religiose. Jonathan Edwards si distingue per la sua predicazione nella parrocchia di Northampton volta a stimolare le conversioni. Nelle sue prediche presenta immagini terribili di dannazione infernale e la sua opera è così efficace che si verifica in New England una significativa rinascita della fede puritana chiamata il Gran Risveglio. La fede puritana trova in New England anche un’altra forma di espressione: la poesia. Essa però non può avere altro carattere se non quello religioso ed è costituita prevalentemente da inni e ballate.

Gli eventi legati alla Rivoluzione Americana riempiono la scena del periodo coloniale e influiscono sulla letteratura. Essa è quindi sostanzialmente patriottica e politica, rivolta a incitare gli animi e a combattere la battaglia per il trionfo degli ideali repubblicani. In questo periodo abbiamo la prima grande personalità: Benjamin Franklin, il precursore e il preparatore della rivoluzione. I suoi almanacchi hanno una grande diffusione in questo periodo.

Questa prosa viene scritta anche da presidenti. Un artefice dello spirito nazionale americano è Thomas Jefferson, terzo presidente degli Stati Uniti. Egli rappresenta meglio di tutti l’ideale americano, l’aspirazione alla libertà religiosa, politica, intellettuale. Ha fiducia nell’uomo comune e vede l’avvenire del paese nello sviluppo agricolo. Il romanzo si afferma in America solo verso il 1790.