Arte e spettacolo

Maigret si diverte PDF

Sono in totale settantacinque i romanzi con il commissario Maigret protagonista, scritti e firmati dallo scrittore belga Georges Simenon tra il 1930 maigret si diverte PDF il 1972. Furono pubblicati per la prima volta in Francia, presso grandi editori francesi dell’epoca: Arthème Fayard, Gallimard e la nascente Presses de la Cité. La tabella raccoglie i dati sui romanzi, in ordine cronologico di stesura, riportando nell’ordine: il titolo originale, i titoli delle edizioni italiane, l’anno della prima pubblicazione e, se disponibili, luogo e anno in cui il romanzo è stato scritto. La precisione di alcune date è dovuta alla catalogazione sistematica effettuata prima dalla seconda moglie di Simenon, Denyse Ouimet, poi da alcune collaboratrici e segretarie dell’autore.


Författare: Georges Simenon.

Da Memorie intime, romanzo autobiografico di Simenon. Nel 1957 Simenon decise di trasferirsi con tutta la famiglia in Svizzera, stabilendosi fino al 1963 nel castello di Echandens nel cantone di Vaud. Questa pagina è stata modificata per l’ultima volta il 9 ago 2018 alle 08:15. Vedi le condizioni d’uso per i dettagli.

Questa è una voce in vetrina. Maigret ho dato un’altra regola: non bisognerebbe mai togliere all’essere umano la sua dignità personale. Umiliare qualcuno è il crimine peggiore di tutti. Le opere dedicate a questo personaggio hanno contribuito in maniera decisiva al successo internazionale di Simenon, apprezzato dalla critica letteraria anche per i suoi numerosi romanzi dove non compare Maigret come protagonista. Maigret, ormai adulto, ricorda spesso con un misto di sentimento di lontananza e nostalgia, il periodo della sua infanzia trascorsa nel villaggio di Saint-Fiacre quando faceva il chierichetto, svegliandosi al freddo e allo scuro delle albe invernali, per assistere il prete della prima messa. Non meraviglia quindi che Maigret, in una sua inchiesta, ripensi alla sua infanzia e venga attirato da tre biglie di vetro colorate rinvenute nei pantaloni di un barbone ripescato nella Senna.

Nel 1895 la madre, in attesa del secondo figlio, muore a causa delle maldestre cure di un medico ubriaco che l’assiste quando il piccolo Jules ha appena otto anni. Maigret comincia gli studi di medicina quasi a voler compensare l’ignoranza di quel medico che gli ha fatto morire la madre. Maigret rifiuta l’offerta dello zio, che gli propone di tenerlo con sé e di insegnargli il mestiere del fornaio: interrompe gli studi di medicina e si trasferisce a Parigi dove, essendo costretto a guadagnarsi da vivere, inizia a cercare un lavoro. Targa toponomastica del boulevard Richard Lenoir, a Parigi. Maigret crede di trovare una certa rassomiglianza con il padre.

La sera prima di essere assunto in una ditta di passamaneria, incontra casualmente il suo vicino di casa, in un ristorante a prezzo fisso in cui va abitualmente a mangiare. Jacquemain lo segnala ai suoi superiori, rimarcando il fatto che aveva iniziato gli studi universitari. La coppia avrà una figlia morta dopo pochi giorni di vita, avvenimento che costituirà per Maigret e la moglie un rimpianto sempre accennato ma sepolto nel loro intimo. Mio caro Maigret, sarà probabilmente sorpreso di ricevere una lettera da me, dal momento che siamo stati separati per circa sette anni. Non ne ho idea, dato questo privilegio di cui ha beneficiato per così a lungo. Non so se lei sia ancora vivo, nella sua piccola casa in campagna di Meung-sur-Loire, né se vada ancora a pescare, o se, indossando il suo cappello di paglia, si prenda ancora cura del giardino, o se la signora Maigret le prepari ancora i piatti che le piacciono tanto, o se, come ho fatto io raggiunta la sua età, vada a giocare a carte nel bistrot del villaggio. Quindi siamo qui, due pensionati, e spero che, anche lei, si stia assaporando le piccole gioie della vita, respirando l’aria del mattino, osservando con la stessa curiosità la natura e ciò che ci circonda.

Ero ansioso di augurarvi un felice anniversario, a lei e alla signora Maigret. L’età del personaggio, a parte brevi escursioni nella sua giovinezza, rimarrà sempre tra i quaranta e i sessant’anni. Va notato che Simenon in gran parte dei romanzi e racconti di Maigret non fa quasi mai riferimenti troppo precisi né all’età del commissario, né all’epoca nella quale è ambientata l’inchiesta, al punto che in molti casi la vicenda narrata potrebbe collocarsi indifferentemente fra gli anni trenta e sessanta del novecento. Se si dovesse seguire un veritiero percorso anagrafico e cronologico, nel romanzo Maigret e l’uomo solo che è ambientato nel 1965, il commissario avrebbe 78 anni. Ho utilizzato quel nome perché in quel momento mi è venuto in mente quello. Ma non è un nome inventato: era il nome di un vicino di casa in places des Vosges, che quando il personaggio cominciò a riscuotere successo, non apprezzò che il suo nome fosse usato per un volgare poliziotto. Possibile origine del nome Maigret su una targa commemorativa a Liegi.

Pietr-le-Letton, primo romanzo con Maigret protagonista firmato da Georges Simenon, viene quindi scritto nel 1929 e pubblicato due anni più tardi in Francia. Maigret non somiglia ai poliziotti resi popolari dalle caricature. Non aveva né baffi né scarpe a doppia suola. Portava abiti di lana fine e di buon taglio. Inoltre si radeva ogni mattina e aveva mani curate.