Religioni

Per una sociologia della vittima PDF

Questa voce o sezione sull’argomento sociologia è priva o carente di note e riferimenti bibliografici puntuali. Il tema è studiato nell’ambito della sociologia della devianza e del mutamento sociale. Definiamo devianza ogni atto o per una sociologia della vittima PDF di una persona o più che viola una data norma sociale e che conseguentemente va incontro a una sanzione.


Författare: Susanna Vezzadini.

I molteplici rapporti intercorrenti tra società e processi di vittimizzazione impongono oggi un’approfondita riflessione in ambito sociologico, rendendo la nozione di vittima e le sue implicazioni sociali e relazionali oggetto precipuo di studio della disciplina, dal quale procedere verso l’elaborazione di interventi di sostegno mirati. Tuttavia, quello fra sistema sociale e condizione di vittimalità è certamente un nesso complesso da indagare concernendo differenti contesti e riguardando, da un lato, le cause strutturali e le motivazioni di ordine culturale all’origine della condizione di vulnerabilità, così come, dall’altro lato, le reazioni poste in essere dalla collettività e dalle istituzioni nei confronti di chi ha patito abusi, ingiustizie, violazioni. Occorre però riconoscere come, non di rado, gli interventi sociali vengano più spesso pensati con riferimento all’immagine di una vittima “ideale” piuttosto che “reale”; ciò potendo contribuire alla costruzione di ruoli sociali funzionali al mantenimento di determinati equilibri – oltre che di etichette dannose e pregiudizievoli – implicando il parziale disconoscimento delle effettive richieste e dei bisogni di coloro che versano in stato di patimento. In questa prospettiva, il contributo della sociologia appare particolarmente rilevante, anche in ragione degli esiti complessi dei processi di globalizzazione e dei loro riflessi sulle dinamiche di vittimizzazione.

Il sociologo francese Émile Durkheim sostiene che “Non bisogna dire che un atto urta la coscienza comune perché è criminale, ma è criminale perché urta la coscienza comune. In generale, un atto può essere considerato deviante in riferimento al contesto socio-culturale in cui ha luogo ovvero può non esserlo in altri contesti nell’ottica di un relativismo etico-culturale e in linea di massima mutare con l’evolversi della società stessa. Lo stesso argomento in dettaglio: Teorie della devianza. Esistono sette principali teorie, elaborate da studiosi, sociologi ed economisti, che esplicano perché alcune persone tendono a commettere atti devianti. Teoria della tensione: elaborata da Émile Durkheim, spiega come la devianza sia indotta dall’anomia, ovvero la mancanza di norme sociali che regolano e limitano i comportamenti individuali. Teoria del controllo sociale: il maggior esponente di questa particolare teoria è Travis Hirschi. Teoria della subcultura: Edwin Sutherland esplica come l’isolamento sociale di certi individui costituisca una subcultura criminale con norme e valori differenti rispetto a quelli della società istituzionalizzata.

Una persona considerata deviata sarà etichettata come tale, di conseguenza tramite la mancata accettazione da parte della società e l’isolamento la reiterazione della devianza sarà ovvia. Teoria della scelta razionale: gli esponenti di tale tesi sostengono che la volontà dell’individuo sia determinante: una persona ha la libertà di scegliere se violare o meno la norma. A diversa devianza corrisponde diversa sanzione. Lo stesso argomento in dettaglio: Parafilia e Perversione. All’interno degli aspetti sociali, il concetto di devianza viene utilizzato nella sessualità, spesso indicando così varie forme di perversione sessuale.

Il disturbo borderline e narcisistico negli adolescenti di Giacomo Balzano, pp. Aspetti clinici e giuridici del comportamento sessuale deviante. Di Chiara Simonelli, Filippo Petruccelli, Veronica Vizzari pp. Per una clinica delle perversioni – Ettore Perrella Collana: Varie Argomenti: Psicopatologie e tecniche per l’intervento clinico – Psicosomatica, psiconcologia, psicosessuologia Livello: Testi per psicologi clinici, psicoterapeuti Dati: pp. Psicoanalisi della femminilità – Antonio Imbasciati Collana: Serie di psicologia Argomenti: Psicopatologie e tecniche per l’intervento clinico – Psicoanalisi e psicologia dinamica – Studi di genere Livello: Testi per psicologi clinici, psicoterapeuti Dati: pp.

Marzio Barbagli, Asher Colombo, Ernesto Ugo Savona, Sociologia della devianza. Alessandro Dal Lago, La produzione della devianza. Devianza e controllo sociale nel XVII secolo. Ettore Perrella, Per una clinica delle perversioni, ed. Antonio Imbasciati, La donna e la bambina.