Scienze

Presepi italiani artistici e popolari PDF

Questa voce o sezione ha problemi di presepi italiani artistici e popolari PDF e di organizzazione delle informazioni. Contiene sezioni non enciclopediche, scritte con linguaggio promozionale da volantino turistico. Nella discussione puoi collaborare con altri utenti alla risistemazione. Questa voce o sezione sull’argomento Sicilia è priva o carente di note e riferimenti bibliografici puntuali.


Författare: .

Il presepe è tra le più belle tradizioni natalizie. La leggenda vuole che sia stato Francesco d’Assisi a inaugurare questa tradizione, in cui l’artigianato e l’arte italiana si sono cimentati dal Medioevo. Questo libro ripercorre la storia del presepe italiano dalle origini ad oggi.

Caltagirone è un comune italiano di 38 220 abitanti della città metropolitana di Catania in Sicilia. Centro urbano situato tra la Sicilia centrale e quella orientale, è famoso per la produzione della ceramica. Il centro storico è stato insignito del titolo di Patrimonio dell’umanità dall’UNESCO nel 2002, facente parte del consorzio del Val di Noto. Il nome di Caltagirone è di difficile interpretazione. La città è ubicata tra i monti Erei e gli Iblei, ed è attraversata dalla Strada statale 417, che la collega a Catania e a Gela. Caltagirone si trova circa a quasi 70 km a sud-ovest del capoluogo, a 60 km ambo da Ragusa ed Enna, e a 37 km da Gela, che ne rappresenta il suo più vicino sbocco al mare. La città sorge al margine occidentale della provincia, a 608 m di altitudine, adagiata sulle tre colline che, formando un anfiteatro naturale, costituiscono lo spartiacque tra le valli del fiume Maroglio, che sfocia nel golfo di Gela, e quella del fiume Caltagirone, che scende verso la piana di Catania.

Nella parte meridionale si trova un piccolo altopiano sabbioso dove sorge il piccolo borgo di Santo Pietro con la sua riserva naturale. Dall’altopiano si può godere il panorama del golfo di Gela. Sempre nella parte meridionale sorge la frazione di Granieri, a 351 m di altitudine, entrato a far parte del territorio di Caltagirone nei primi anni del Novecento. Facevano parte del territorio le borgate di Mazzarrone, Botteghelle, Cucchi, Leva e Grassura, elevate a comune autonomo nel 1976 e costituenti l’attuale comune di Mazzarrone. Già nel 1937 era stato ceduto al comune di Chiaramonte Gulfi l’esteso territorio dell’ex feudo Mazzarronello, a sud di Mazzarrone.