Fumetti

Profili da medaglia PDF

Dopo la laurea in giurisprudenza all’Università di Bologna, nel 1899 entrò nell’amministrazione dello Stato e nel 1912 profili da medaglia PDF direttore generale per il Mezzogiorno presso il ministero dei Lavori Pubblici. Nel 1904 aveva aderito all’ala riformista del Partito Socialista Italiano e nel 1907 era stato eletto consigliere comunale a Roma e provinciale a Reggio Emilia.


Författare: Tommaso Romano.

Prefazione di Gennaro Malgeri.

Nettamente avverso al fascismo, Ruini avviò una coraggiosa campagna contro il regime dalle colonne del quotidiano Il Mondo. Nel 1942 fondò in clandestinità, con Ivanoe Bonomi, il partito della Democrazia del Lavoro di cui fu anche segretario. Alla caduta del fascismo fu tra i promotori del Comitato delle forze antifasciste e poi del C. Il 2 giugno 1946 fu eletto deputato all’Assemblea Costituente, e divenne presidente della “Commissione dei 75”, incaricata di redigere il testo costituzionale.

Nei pochi giorni di presidenza – il Parlamento sarebbe stato sciolto dal presidente della Repubblica il 4 aprile – fu duramente contestato per l’atteggiamento avuto durante il dibattito sulla legge truffa. Mi permetto di chiederle, signor Presidente, se da questo momento ella ha annullato, con atto di autorità, il Regolamento del Senato della Repubblica. Senato della Repubblica, Verbale della seduta del 26 marzo 1953, p. Nelle elezioni del 1953 Meuccio Ruini non si ricandidò in Parlamento annunciando il ritiro dalla politica attiva e l’impegno a sviluppare l’approfondimento teorico delle questioni aperte dalla nuova Costituzione repubblicana, che si tradusse nella fondazione della collana I quaderni della Costituzione. Nel 1957 fu tuttavia nominato primo presidente del Consiglio Nazionale dell’Economia e del Lavoro, che presiedette sino al maggio 1959.

Del CNEL Ruini “può essere considerato il padre”. Il 2 marzo 1963 il Presidente della Repubblica Antonio Segni lo nominò senatore a vita “per avere illustrato la Patria con altissimi meriti nel campo scientifico e sociale”. Meuccio Ruini appartenne alla Massoneria, fu iniziato nella Loggia Rienzi di Roma il 5 maggio 1901. Suo figlio Carlo fu uno stimato economista del lavoro, docente presso la Sapienza Università di Roma e compagno di studi di Federico Caffè.

Rossi, in Nuova Rivista Storica, XIII, 1929, pp. Presidenza della Repubblica, Nomina a senatore a vita dell’avv. URL consultato il 30 ottobre 2017. Istituto dell’Enciclopedia Italiana, 15 marzo 2011. URL consultato il 29 ottobre 2017. Alcide De Gasperi nella storia d’Europa.