Giochi

Psychic Confusion. La storia dei Sonic Youth PDF

In trent’anni di carriera, i Sonic Youth sono diventati un’autentica istituzione della scena alternativa americana e psychic Confusion. La storia dei Sonic Youth PDF. Il gruppo si è sciolto nel 2011. Ranaldo era un membro dell’ensemble di Glenn Branca.


Författare: Stevie Chick.

Pochi altri gruppi hanno esercitato un’influenza maggiore della loro sul rock più sperimentale degli ultimi venticinque anni. Pochissimi hanno conferito al “rumore” altrettanta dignità artistica. I Sonic Youth rappresentano il rock’n’roll al meglio delle sue potenzialità di innovazione, coraggio, sovvertimento delle regole. “Psychic Confusion” racconta il percorso artistico e umano del gruppo di New York, dagli esordi fino all’ultimo album, con interviste esclusive ai membri della band, agli amici e collaboratori che li conoscono bene e ai musicisti che hanno condiviso un pezzo di strada con loro. Una storia vitale ed elettrizzante come le loro cavalcate soniche, che in qualche modo è anche una storia della controcultura musicale e della scena rock underground dagli ultimi anni Settanta a oggi.

Sia Moore che Kim Gordon avevano comunque avuto a che fare con Glenn Branca. Uno dei primi concerti dei Sonic Youth fu nel giugno del 1981, nel contesto di un festival di 10 giorni organizzato da Moore. Il loro primo album, eponimo, suona in maniera molto austera. Dopo il loro primo album, Edson lascia il gruppo per intraprendere una modesta carriera di attore. I seguenti due album, Confusion Is Sex e Kill Yr Idols, sono degli aggregati iper aggressivi di violento rumore.

Il gruppo fa amicizia con gli Swans, band di New York, per i quali avevano fatto come band di supporto durante alcune date dei loro primi due tour. Questi e altri tour della prima ora stabiliscono una cosa sui Sonic Youth, e cioè che anche quando la band suona male, il suo sound è talmente unico da fare colpo sia sui fan che sui critici. Oltre alle influenze di Branca, Patti Smith e degli Stooges, un altro genere che influenzò i primi Sonic Youth fu l’hardcore punk dei primi anni ottanta. Bob Bert fu allontanato dal gruppo successivamente ad un tour europeo, e fu rimpiazzato da Jim Sclavunos, che lasciò la band dopo pochi mesi. La band allora richiamò Bert, che accettò, a patto di non essere nuovamente fatto fuori.

I Sonic Youth incorporarono gradualmente nei loro lavori alcuni elementi convenzionali della musica pop, benché mantenessero sempre una qualità sperimentale. Bad Moon Rising del 1985 fu una sorta di concept album. Insoddisfatto dalla mancanza di successo, soprattutto dal punto di vista economico, Bob Bert lascia il gruppo e viene sostituito da Steve Shelley. L’arrivo di Shelley segna una brusca virata nel suono della band: lui fu l’anello di congiunzione con l’interesse di Moore e della Gordon per l’hardcore, e fu il batterista tecnicamente più competente che il gruppo avesse avuto fino a quel momento. Nel 1986 pubblicano EVOL, il loro primo album su SST Records.

Fu anche il primo album che ospitò una canzone scritta e cantata da Lee Ranaldo. Con Sister del 1987, i Sonic Youth continuano a raffinare la loro miscela di canzoni dalla struttura pop con sperimentalismi senza compromessi. Ma fu il doppio album Daydream Nation del 1988 che andò oltre ogni aspettativa, e fece guadagnare alla band ottime critiche all’unanimità, e un nuovo contratto con la Geffen Records. Su questo album i Sonic Youth hanno perfezionato il loro stile, divenendo virtuosi scultori del guitar noise. I Sonic Youth hanno avuto grande influenza sulla musica rock underground. Kool Thing ospita il rapper Chuck D dei Public Enemy.

Nel 1992 viene pubblicato Dirty sempre per la Geffen Records. No Star, probabilmente il loro album più avventuroso. Nel frattempo, i membri della band sviluppano ognuno i propri progetti paralleli e collaborazioni. Sin dagli inizi Kim Gordon aveva occasionalmente suonato la chitarra nel gruppo. Nella notte del 4 luglio del 1999, gli strumenti dei Sonic Youth vennero rubati durante il tour in California. Dopo gli attacchi dell’11 settembre 2001, spostarono la data del festival All Tomorrow’s Parties, che si doveva tenere nell’ottobre del 2001 a Los Angeles, al marzo dell’anno seguente.