Umorismo

Re Lear. Testo inglese a fronte PDF

Lo stesso argomento in dettaglio: Preromanticismo. Non è possibile definire il Romanticismo in re Lear. Testo inglese a fronte PDF univoco poiché si tratta di un fenomeno complesso che assume connotazioni diverse a seconda delle nazioni in cui si sviluppa.


Författare: William Shakespeare.

Lungi dall’essere poco teatrale, Re Lear può ben dirsi l’opera più teatrale di Shakespeare, e ciò nel senso che in essa il linguaggio del drammaturgo raggiunge la sua più alta, e specifica, intensità ed espressività. Né poteva essere diversamente. Nel dramma, composto intorno al 1605 (poco dopo l’Otello e pressoché contemporaneamente al Macbeth) e dunque nel momento in cui più profonda era la sua riflessione sull’uomo e sulla sua condizione, Shakespeare crea un linguaggio la cui ‘teatralità’ è suprema perché suprema è la funzione che ad esso viene affidata; un linguaggio che, volendo esplorare e conoscere il movimento e le ragioni della vita, ha così approfondito e arricchito le proprie specifiche risorse e qualità da aver bisogno, come mai prima, del proprio elemento naturale, il teatro.” (dalla Prefazione)

Nel movimento romantico non c’è un riferimento preciso a un sistema chiuso di idee che possa compiutamente definirlo, ma esso fa piuttosto riferimento a un “modo di sentire” a cui gli artisti del tempo adeguarono il loro modo di esprimersi artisticamente, pensare e vivere. Per quanto il Romanticismo sia un movimento culturale di origini tedesche, esso si sviluppa anche in Francia, a seguito del declino dell’Illuminismo. Come reazione all’Illuminismo e al Neoclassicismo, cioè alla razionalità e al culto della bellezza classica, il Romanticismo contrappone la spiritualità, l’emotività, la fantasia, l’immaginazione, e soprattutto l’affermazione dei caratteri individuali d’ogni artista. Greci non prometteva che beni esteriori e temporali. Tornando al termine “Romanticismo” che, utilizzato in modo sempre più ampio ed esteso, venne applicato già nell’Ottocento, dapprima ad una nuova tendenza della sensibilità basata sull’immaginazione e in seguito a un orientamento più diffuso del pensiero filosofico, parlando, via via, non solamente più di arte romantica, ma anche di scienza o filosofia romantiche.

Gli atteggiamenti interpretativi degli studiosi riguardo al termine romantico sono stati molto vari, e ciò crea problemi a chi voglia definire con maggior precisione questo termine. Wellek restringe il Romanticismo solamente a quei movimenti letterari europei che nella prima metà dell’Ottocento si rifecero a questo nome. Le opinioni divergono non solo sul termine, ma anche sull’omogeneità europea del fenomeno: alcuni, come Wellek, evidenziano una sostanziale omogeneità, altri, come Lovejoy, una maggiore diversità delle sue manifestazioni nazionali. Il Romanticismo si rifà in linea di massima alla necessità di attingere all’infinito. Sublime: secondo i romantici, l’infinito genera nell’uomo un senso di terrore e impotenza, definito sublime, che non sono tuttavia recepiti in modo violento, tali da deprimere il soggetto, ma al contrario l’incapacità e la paralisi nei confronti dell’assoluto si traduce nell’uomo in un piacere indistinto, dove ciò che è orrido, spaventevole e incontrollabile diventa bello. Sehnsucht: dal tedesco traducibile come desiderio del desiderio o male del desiderio.