Cucina

Ricette con 4 ingredienti PDF

Ricette con 4 ingredienti PDF forward this error screen to elvira. Il tema di questa relazione riguarda la cucina della selvaggina nelle Dolomiti. Svolte le prime ricerche ho constatato che vi è una notevole uniformità nelle ricette europee del passato per la selvaggina, così che le differenze locali sono quasi trascurabili.


Författare: Abbondanza Artemisia.

Tratteremo solo dei mammiferi ungulati e della lepre tralasciando i volatili per i motivi che esporremo. La carne è perciò di gusto saporito, di fibra sottile, consistente, povera di grassi. La sua qualità varia in ragione dell’età, del sesso e dello stato di salute dell’animale, del tipo di ferita che lo ha ucciso, della adeguata conservazione. Nota : certi cuochi tendono a servire mezza beccaccia o mezza pernice, ma è puro sadismo! Un capriolo pulito e scuoiato di 16 kg fornisce circa 12 kg di carne con osso e 8 chilogrammi se si tolgono le ossa. Non vi piatto che riesca buono se non si usano prodotti buoni.

Da evitare la carne dei maschi durante il periodo dell’accoppiamento, ma comunque la carne di maschi non giovani è sempre più dura e di sapore più forte di quella della femmina. Un cinghiale di oltre tre anni resiste ad ogni cottura. Il corretto trattamento del selvatico deve iniziare fin dal momento dello sparo: esso deve essere colpito da un proiettile che non maciulli la carne, in un punto vitale che comporti la quasi immediata caduta terra e il suo decesso, in un punto che non comporti la rottura della stomaco o dell’intestino. Come si vede dall’immagine la zona da colpire è alquanto ridotta. Per rallentare il processo di putrefazione occorre eviscerare al più presto possibile l’animale, tenerne aperta la cavità addominale, lavare accuratamente la cavità del corpo con acqua pulita per eliminare peli, tracce di erba, terra, sostanze uscite dalle interiora e per facilitare il raffreddamento della carcassa. Le vene del collo vanno tagliate per facilitare il dissanguamento.

Una volta arrivati occorre eliminare le parti maciullate dal proiettile o interessate da ferite. Se alcune parti vanno lavate, asciugarle poi accuratamente. L’acido lattico agisce sulle proteine e sulle fibre muscolari così rendendo la carne morbida e tenera. Però animali di grossa taglia, come il cervo, possono essere conservati fino a due settimane, sempre che la carne non abbia già sofferto prima di essere stata messa in frigo. Se durante le fasi di preparazione o frollatura ci si accorge che alcuni punti della carne sono divenuti verdognoli occorre eliminarli.

La carne di selvaggina da pelo frollata al punto giusto può essere congelata e conservata anche per due anni, ma è meglio non superare i sei mesi. 40 giorni ne uccide egualmente le larve. 2004 del Parlamento europeo e del Consiglio, del 29 aprile 2004, che stabilisce norme specifiche in materia di igiene per gli alimenti di origine animale. Sella e Coscia: ottime per ogni impiego a lunga o breve cottura. All’interno della sella si trovano i filettini, particolarmente delicati, da rosolare rapidamente. La sella può essere cotta in unico pezzo. Collo: può essere cotto in umido, intero o come spezzatino.