Sport

Ricordi di letto PDF

Questa voce o sezione sull’argomento psicologia è priva o carente ricordi di letto PDF note e riferimenti bibliografici puntuali. In questa tipologia rientrano i ricordi impiantati per suggestione.


Författare: Maya Banks.

Spesso nascono da idee stravaganti, ma possono essere convinzioni salde per chi li manifesta. Un’ulteriore sottocategoria dei falsi ricordi sono i ricordi impiantati per suggestione, che nascono su influenza di esterni. Per esempio, una persona può suggestionarne un’altra inducendola a ricordare un avvenimento mai accaduto, fino a impiantare nella sua mente un ricordo che può essere anche molto ben articolato e dettagliato. Le cause organiche per cui si originano i falsi ricordi sono da ricondursi a malattie, traumi e a disfunzioni neurologiche e psicologiche.

I pazienti che hanno subito lesioni al cervello, specie se alle regioni corticali prefrontali, possono accusare – tra gli altri sintomi – anche dei falsi ricordi. Il primo ricordo di Piaget era di essere stato sequestrato all’età di due anni. Oggi, in alcuni ambienti accademici, il costruttivismo ha perso plausibilità: si ritiene che la memoria non sia sempre “ricostruttiva”, poiché nella maggior parte dei casi essa è ritenuta autentica. La teoria sostiene che nel momento in cui si sperimenta un evento, di esso vengono catturati sia i dettagli che il significato.

Se il significato di un evento non realmente accaduto è sovrapponibile al significato di un’esperienza al contrario realmente vissuta, si forma un falso ricordo. Bisogna sottolineare che il soggetto che ha un falso ricordo non mente quando lo esprime ad altri come se fosse vero: anzi, è assolutamente in buona fede, in quanto – almeno nella sua mente – quel dato evento si è effettivamente verificato. Anche il sonno concorre tra i fattori che stimolano un falso ricordo. Infatti, durante il sonno vengono rielaborate le immagini del giorno: il nostro cervello ne salva alcune e le elimina altre. Molti esperti ritengono che il processo di memorizzazione possa portare alla formazione di falsi ricordi. In situazioni come questa, è molto facile che una persona sviluppi un falso ricordo dato lo stretto legame logico, ad esempio, tra nero e buio. Anche il secondo gruppo riceve il training di sera, ma dorme di notte, per poi essere testato al mattino.

Infine, il terzo gruppo riceve il training di mattina e viene testato di pomeriggio, senza aver dormito. Non c’è invece differenza tra questi ultimi riguardo ai falsi ricordi. Da notare è il fatto che il numero di hits e falsi allarmi sono molto simili in tutti e tre i gruppi. Risulta che il gruppo che ha assunto caffeina ha una percentuale di falsi ricordi più bassa rispetto al gruppo che ha ricevuto il placebo.