Storia

Sull’orlo del precipizio PDF

Altri nomi: Il Misero, il Vagabondo. Francese: Le Mat, Le Fou, Le Fol. Inglese: The Fool, The Foolish Man. Nel sull’orlo del precipizio PDF di carte può essere giocato in sostituzione di una qualsiasi carta.


Författare: Richard Overy.

25 agosto 1939: l’Inghilterra e la Polonia firmano un patto di alleanza per garantirsi mutua assistenza in caso di attacco militare tedesco. 3 settembre 1939: l’Inghilterra e la Francia dichiarano separatamente guerra alla Germania, che due giorni prima ha invaso la Polonia. Per dieci giorni l’Europa vive sull’orlo di una crisi di cui nessuno prevede ancora tutte le conseguenze. Lo scoppio della guerra la precipiterà in una delle più grandi tragedie della sua storia. Richard Overy ci immerge nel ritmo incalzante degli eventi di quei drammatici dieci giorni. Giorno per giorno seguiamo l’evolvere della situazione fino al terribile epilogo finale: l’ultimatum tedesco, i travagli di inglesi e francesi, le manovre italiane, gli estremi tentativi diplomatici, l’atmosfera febbrile in cui maturano scelte decisive. Tutto inevitabile? Forse sì, se per molti europei la guerra appariva ormai l’unico sbocco possibile per le troppe tensioni politiche, economiche e sociali accumulatesi nel corso degli anni Trenta.

Nella cartomanzia rappresenta l’energia originaria del caos, l’innocenza e la follia. Il Matto è raffigurato in genere come un uomo vestito con abiti laceri o molto poveri. In alcuni tarocchi ha i piedi nudi, in altri indossa calzari e porta un lungo bastone appoggiato sulla spalla al quale spesso è legato un fagotto. In alcuni tarocchi un cane o un animale lo assale o lo segue. Nei mazzi Visconti-Sforza nei capelli dell’uomo sono infilate alcune piume, e l’immagine è chiaramente ispirata alla Stultitia dipinta da Giotto nella Cappella degli Scrovegni.

Nei tarocchi marsigliesi è stata introdotta anche la figura dell’animale in agguato, che è sempre presente in tutti i mazzi successivi. Questo animale generalmente è un cane randagio o un gatto, anche se in alcuni mazzi particolari può essere rappresentato da belve, di solito un grosso felino. Nei tarocchi di Aleister Crowley, il Matto viene raffigurato da Dioniso, il dio che vive nel cuore della natura elementare, sull’ebbrezza dei sensi e dello spirito. In alcuni mazzi l’uomo ha anche un bastone da passeggio, e quasi sempre è raffigurato nell’atto di camminare, noncurante del disturbo dell’animale o del pericolo che sta correndo. 22, indicando che la carta è seguente al Mondo, oppure non essere presente alcun numero.

In origine questa carta rappresentava la stoltezza. Nei tarocchi rinascimentali è rappresentata da un demente, preso in giro da un gruppo di ragazzini. Solo in seguito venne a rappresentare la follia, quando cominciarono a chiamarla “il Matto” in analogia alla “matta” di altri mazzi di carte tradizionali. Può anche essere in analogia con il girare a vuoto senza riuscire a trovare la propria direzione.

Il fagotto rappresenta le esperienze che un uomo si porta con sé. L’animale in agguato rappresenta l’istinto ed è l’unico elemento, insieme al bastone da passeggio, che lega l’uomo al mondo reale. Il significato del Matto assume tutte le sfumature tra l’innocenza e la follia, compresi l’istinto, l’originalità, la spensieratezza, le azioni incomprensibili, il distacco della mente. Nella sua accezione di viandante girovago, simboleggia la ricerca di cambiamenti, cammino verso l’evoluzione, gioia di vivere, sregolatezza, sogni ad occhi aperti Simboleggia un evento determinante e inatteso. Infatti è difficile cogliere le differenze. In negativo è la follia, intesa come alienamento dalla realtà, il restare confinati nel proprio mondo interiore. Per il Wirth rappresenta la perdita del libero arbitrio.