Viaggi

Torte dolci e salate PDF

La pasta sfoglia è una preparazione di cucina e torte dolci e salate PDF pasticceria a base di farina, acqua e burro. Di gusto neutro viene usata comunemente per preparazioni salate e dolci. Tra le preparazioni salate più note ricordiamo i vol-au-vent, i canapè, i salatini, svariate quiche salate e numerose preparazioni in crosta.


Författare: Helen Aitken.

Con più di 200 ricette internazionali, “Torte Dolci e Salate” è un punto di riferimento per ogni cuoco. In questo libro di facile consultazione, ogni ricetta è accompagnata da immagini che illustrano passo a passo la preparazione dei dolci e offrono idee per una bella presentazione. Le preparazioni sono descritte in modo chiaro e conciso, e sono state testate e approvate dai nostri esperti, per assicurare ogni volta il successo a tavola.

La pasta sfoglia affonda le sue radici in epoche antiche, come testimoniano ricette come quella della baklava. La prima versione moderna della pasta sfoglia, con l’esatta indicazione dei vari “giri”, fu ideata da François Pierre de la Varenne. La preparazione della pasta sfoglia prevede una serie precisa di passaggi, detti “giri di pasta o di sfoglia”. 4 della farina con l’acqua per ottenere un panetto elastico e senza grumi, detto “pasta matta” o “pastello”. Si chiude la pasta matta portando il lembo sinistro sopra il panetto, poi il lembo destro quindi il lato superiore verso il centro poi il lato inferiore.

Si procede quindi alla spianatura con il matterello per ottenere una striscia rettangolare che abbia larghezza maggiore rispetto all’altezza. Questa operazione viene ripetuta per sei volte: nella “pasta sfoglia ordinaria” si ritiene sufficiente ripetere l’operazione 3 volte, nella “pasta sfoglia classica o fine” si arriva ai canonici 6 giri tramandati della ricetta di Carême. C per sfogliatine o cottura in bianco. La sfogliatura è determinata dall’azione combinata di calore, vapore e impermeabilizzazione determinata dalla materia grassa usata. Per azione del calore, infatti, l’acqua contenuta nell’impasto evapora e provvede a far staccare l’uno dall’altro gli strati che si sono formati per ciascun giro.

Questi strati non fanno uscire il vapore perché l’alta concentrazione di materia grassa li rende impermeabili al vapore stesso. Il calore provvede poi a cuocere le sottili lamelle, che anche da fredde resteranno ben staccate e sollevate tra loro. A oggi la preparazione della pasta sfoglia è di quasi esclusiva pertinenza dei pasticceri e gastronomi e viene eseguita con l’aiuto di un macchinario apposito, detto sfogliatrice. Per praticità viene comprata pronta in panetti o sfoglie già stese, prodotta dalle industrie alimentari e distribuita nella Grande Distribuzione. Spesso, soprattutto in ambito industriale, il burro viene sostituito con la margarina, più economica. Questa pagina è stata modificata per l’ultima volta l’11 apr 2018 alle 08:57.

Vedi le condizioni d’uso per i dettagli. Il giorno di Ferragosto è tradizionalmente dedicato alle gite fuori porta con lauti pranzi al sacco e, data la calura stagionale, a rinfrescanti bagni in acque marine, fluviali o lacustri. Molto diffuso anche l’esodo verso le località montane o collinari, in cerca di refrigerio. Nel corso dei festeggiamenti, in tutto l’impero si organizzavano corse di cavalli e gli animali da tiro, buoi, asini e muli, venivano dispensati dal lavoro e agghindati con fiori. In occasione del Ferragosto i lavoratori porgevano auguri ai padroni, ottenendo in cambio una mancia: l’usanza si radicò fortemente, tanto che in età rinascimentale fu resa obbligatoria nello Stato Pontificio. La festa originariamente cadeva il 1º agosto.