Storia

Training autogeno PDF

Please forward this error screen to varuna. O nível básico do treinamento autógeno consiste na concentração em determinadas idéias, expressas training autogeno PDF de fórmulas repetidas internamente.


Författare: Gerhard Jaeger.

L’autosuggestione che entra in giuoco nelle diverse fasi del training autogeno si basa su una leggera ipnosi autoindotta, che non è uno stato di sonno, né di incoscienza. Questo tipo di trattamento permette a chi Io pratica di mettere a contatto diretto la volontà e la coscienza con il proprio subconscio, di gettare un ponte tra la propria mente e i propri organi, dirigendone il funzionamento. Il training autogeno, inoltre, può essere considerato una terapia naturale, dal momento che non dà luogo a quel conflitto tra la volontà del terapista e quella del paziente che è invece tipica della psicanalisi.

Começa-se com as duas primeiras fórmulas e se vão acrescentando as demais com o tempo. No princípio uma sessão dura entre cinco e dez minutos, com o tempo e o aprofundamento pode-se praticar mais demoradamente. A pessoa senta-se ou deita-se em posição cômoda – não esquecer que o objetivo não é dormir! Os olhos podem estar fechados ou o olhar pode repousar sobre algum objeto, sem fixá-lo.

Esse retorno do relaxamento só pode ser deixado de lado se se faz o exercício imediatamente antes de dormir à noite. Autogenes Training : Methodik, Didaktik und Psychodynamik. Handbuch autogenes Training – Grundlagen, Technik, Anwendung. Autogenes Training: Methodik, Didaktik und Psychodynamik .

Esta página foi editada pela última vez às 23h29min de 22 de abril de 2016. Para mais detalhes, consulte as condições de utilização. Il TA venne sviluppato negli anni trenta da Johannes Heinrich Schultz, psichiatra tedesco. Ogni esperienza viene mediata, infatti, dal soma: attraverso questo si può accedere, usando una sorta di “corsia preferenziale”, all’origine dell’esperienza stessa. Il TA viene praticato, frequentemente, con intenti psicoterapeutici in tutti quei casi dove l’aspetto emozionale è centrale. Questa tecnica possiede, infatti, una intrinseca capacità di favorire “associazioni” significative, rispetto ad eventi traumatici considerati minori, dimenticati o, frequentemente, “rimossi”. La pratica del training autogeno ha tra le sue finalità un maggior controllo dello stress, dell’ansia, una riduzione generale della tensione emotiva e il recupero delle energie, anche grazie a un ridimensionamento spontaneo delle emozioni negative “allegate” a determinati vissuti.