Fumetti

Vita di Gabriel García Márquez PDF

Character Map Chronicle of a Death Foretold. Gabriel García Márquez, pubblicato nel 1981, sei anni dopo l’apparizione de L’autunno del patriarca. L’opera fu pubblicata in Italia dalla Arnoldo Mondadori Editore per la prima volta nel 1982. La storia si basa su un fatto realmente accaduto in una vita di Gabriel García Márquez PDF della Colombia da cui Márquez, a distanza di trent’anni, ha preso ispirazione per scrivere il romanzo.


Författare: Gerald Martin.

L’opera di Martin, la prima biografi a “ufficiale” del Nobel colombiano, si distingue per imparzialità e veridicità: «troppi sono gli aneddoti, le storie circolanti su Márquez, tutti aventi un barlume di verità» ammette l’autore. E di qui la decisione di scartare gli elementi inverosimili e di dare invece testimonianza di quelli contraddittori. La biografi a racconta l’affascinante ascesa di Márquez alla fama e alla ricchezza, ma anche il conflitto in lui tra celebrità e valore letterario, tra politica e scrittura, tra potere, solitudine e amore; il contrasto tra la sua origine caraibica e il mondo internazionale. Grazie a quindici anni di incontri e colloqui con Gabo, a oltre trecento interviste (tra cui quelle con Fidel Castro, Carlos Fuentes e Mario Vargas Llosa) e allo studio di un numero sterminato di documenti, Martin ricostruisce la vita del maestro del “realismo magico” e la storia della sua famiglia, vera, grande fonte di ispirazione. Molte pagine sono dedicate alla genesi e alla stesura delle opere. Martin non tace le due accuse lanciate a Márquez: la sua amicizia con Castro e il suo silenzio sugli abusi del regime cubano.

L’autore ha dichiarato che tutti i personaggi hanno nomi di fantasia, tranne i suoi famigliari, e che la storia narrata parte da un avvenimento reale a cui però ha aggiunto un’ampia componente narrativa. Il libro narra la tragica vicenda di Santiago Nasar, accusato di aver tolto l’onore a Ángela Vicario e per questo assassinato dai fratelli della ragazza, Pablo e Pedro Vicario. Il narratore è un amico di Santiago che, interrogando le persone a lui vicine, riesce a ricostruire gli avvenimenti dei giorni precedenti e successivi al delitto. Il romanzo si apre con il risveglio di Santiago la mattina stessa in cui sarà ucciso e con i preparativi frenetici degli abitanti del paese per l’arrivo del vescovo.

La cronaca della giornata in cui Santiago viene accoltellato si intreccia con la vicenda amorosa di Ángela Vicario e Bayardo San Román e con il racconto della loro prodigiosa festa di matrimonio, in cui viene coinvolta tutta la comunità. Il romanzo si conclude con il racconto della vicenda dei fratelli Vicario, che dopo tre anni di carcere vengono lasciati liberi, perché viene riconosciuto il motivo di onore. Bayardo, invece, si rincontrano dopo 17 anni, quando Bayardo si presenta alla porta di lei con una valigia ricolma di lettere, mai aperte, che la donna gli aveva incessantemente scritto in tutti quegli anni nella speranza di essere perdonata. Un giovane di 21 anni, di origini arabe, ricco e affascinante. In seguito alla morte del padre, si occupa di amministrare l’azienda di famiglia. Viene descritto come un giovane donnaiolo, allegro e pacifico, con la passione per i cavalli e le armi da fuoco. Vicario: è una figura chiave nella vicenda che porta alla morte di Santiago.

Di famiglia modesta, è la minore di quattro sorelle e la più bella. Il suo personaggio subisce un’evoluzione durante il corso della storia e Ángela, da donna debole e rassegnata, educata per sposarsi e diventare una brava moglie, diventa forte e determinata e dimostra una grande perseveranza nel cercare di riconquistare il marito. Bayardo San Román: arriva misteriosamente nel villaggio, suscitando la curiosità di tutti gli abitanti. Si sposa con Ángela, ma quando scopre che non è vergine la ripudia. Pedro e Pablo Vicario: sono i responsabili del crimine.

Erano gemelli, identici nell’aspetto fisico, ma molto diversi nel modo di reagire di fronte alle situazioni difficili. Sono due uomini mansueti, ma nel momento di compiere l’atto efferato rivelano una natura nascosta, sanguinaria e violenta. Narratore: non viene svelato esattamente di chi si tratta. Tuttavia dalla narrazione riusciamo a cogliere alcuni indizi: è cugino di Angela, è un amico della vittima e sua madre era la madrina di Santiago. 2:00 Bayardo San Román riaccompagna la moglie Ángela Vicario a casa della madre, poche ore dopo il matrimonio, perché la ragazza non è più vergine.

Alla richiesta dei fratelli di rivelare chi l’abbia deflorata, Ángela Vicario fa il nome di Santiago Nasar. 3:00 Santiago Nasar si reca nel bordello di María Alejandrina Cervantes. 3:20 i fratelli Vicario si procurano coltelli da macellaio e li affilano alla presenza dei colleghi di lavoro, in modo da farsi vedere da tutti. 4:00 Santiago Nasar organizza una serenata sotto le finestre della casa del vedovo de Xius, dove gli sposi passano la prima notte di nozze. 4:10 i fratelli Vicario arrivano nella latteria di Clotilde Armenta, da dove si vede l’ingresso principale di casa Nasar, e raccontano a più di 12 persone che hanno intenzione di uccidere Santiago Nasar. 4:20 Santiago Nasar rientra a casa dopo la notte di festa.

5:00 il colonnello Lázaro Aponte vede i fratelli Vicario con i coltelli e glieli sequestra. 5:00 una donna che passa in strada avverte Victoria Guzmán, domestica di casa Nasar, che hanno intenzione di uccidere Santiago. Santiago entra nella camera da letto della madre per cercare un’aspirina contro il mal di testa, come ogni lunedì dopo gli eccessi della domenica. Santiago prende una seconda aspirina perché la prima non ha avuto effetto. Si sente il fischio del vapore del battello che trasporta il vescovo. Divina Flor gli apre la porta, nessuno dei due vede la busta che qualcuno ha infilato sotto, e che contiene un avvertimento anonimo sulla minaccia di morte.